La mostra "Macchina Semplice" presenta una panoramica storica dell'evoluzione dell'architettura e del design, con la maniglia come un filo.

La firma italiana Olivari llevó a Maderalia la exposición “Macchina semplice”. Una panoramica storica dell'evoluzione dell'architettura e del design, lungo 100 anni, con la maniglia come un filo.

"La storia inizia nel 1911 quando la società è stata fondata. A quel tempo non è stato pensato per progettare le cose, ma e funzionalità che potrebbe fare ", spiega Josep Martínez, Responsabile di zona Olivari in Spagna.

"L'architettura che abbiamo giocato quando abbiamo prendere la maniglia con la mano. Questo gesto apre le porte ai suoi diversi spazi. In questo modo, il manico ha una carica poetica meravigliosa come collegamento tra la persona e lo spazio, tra la progettazione dell'architettura e del design dell'oggetto. Grandi architetti e designer provenienti da tutto il mondo, Essi sono stati attratti dalla sfida di progettare un prodotto solo apparentemente semplice, come è una maniglia per Olivari ", Josep Martínez ci dice.

E 'stato negli anni 30, con la collaborazione di Marcello Piacentini, uno dei più importanti architetti del tempo in Italia, che ha fatto il Palazzo di Giustizia di Milano, quando Olivari inizia la collaborazione con designer e architetti a progettare i loro manici. "Fino ad allora nessuna importanza al design prestato. Libertà e Giustizia reso i modelli, che non sono più fabbricati, ma sono molto importanti per l'azienda, Essendo il primo al mondo gestisce il prodotto è una collaborazione con un architetto o designer ", Puntando Olivari Area Manager in Spagna.

Oltre ai disegni Piacentini, il campione passa attraverso la 100 anni di Olivari. "In ogni pannello hanno rappresentato un modello di Manilla è stata importante nella cronologia degli Olivari. Vediamo in ognuno di essi come l'architetto che ha progettato il plasma di gestire la vostra idea e la visione, pur essendo un diverso e ha requisiti specifici per il comfort e l'ergonomia ", mette in evidenza Josep Martínez.

Per esempio, in 1954 Gio Ponti progettati il manico Lama per il grattacielo Pirelli a Milano. 60 anni più tardi è ancora attuale, e Rodolfo Dordoni trasporta la maniglia al suo concetto più essenziale con modelli totale e radiale. Altri architetti e designer che hanno firmato i modelli sono Toyo Ito Olivari (che ha dato un interessante discorso al Forum Maderalia), Jean Nouvel, Daniel Libeskind, Patricia Urquiola, Massimo Iosa Ghini, FA. Porche, Andrea Branzi, Richard Sapper, Piero Lissoni, Sol. Giugiaro o Alessandro Mendini.

Una mostra che mostra l'evoluzione nel design, guardando in 2005 apparso rosetta piazza, fino ad allora tutti erano tondo, un grande successo. Ma anche un'evoluzione nei materiali. "In un primo momento abbiamo lavorato con metalli diversi a seconda delle possibilità di produzione dovuto al momento. poi, dopo il tempo, Si inchinarono da ottone, materiale principale con cui hanno lavorato a lungo; e fa un 20 anni ha iniziato a lavorare con ottone massiccio ", spiega Josep Martínez.

Il prodotto della barra di ottone massiccio, piega con il calore, Si applica con diga idraulica e lucidatura e processo di finitura inizia gestire. Questo sistema presenta vantaggi rispetto ottone iniettata in quanto è molto più puro. "Brass è il materiale migliore per applicare bagni elettrolitici e finiture innovative e speciali. È anche molto buona dal punto di vista della durezza, solo per essere robusta nel tempo, più un tocco appropriato per la mano di contatto ", sostiene. "Un livello di finiture ci permette di dare una varietà molto ampia", aggiunto.

Para finalizar, Josep Martínez analizza gli sviluppi del mercato e le nuove, alcuni dei quali presentati in Maderalia, dove si poteva vedere le porte senza maniglia. "Comprendiamo la tendenza, ma pensiamo che la maniglia sarà sempre qualcosa di più comodo per spingere e tirare la porta ", dice. Ulteriormente, ricorda che mobili da cucina è diventato di moda per un certo tempo il sistema spingere. "E 'ancora usato, ma nelle cucine è molto recente, perché è più pratico per tirare gestire il cassetto non premere ".

Di fronte a questa nuova tendenza visto in Maderalia, Martinez ricorda che "Alla fine sono più pratiche maniglie per aprire e chiudere le porte". Pur accettando: "Il mercato è molto grande e c'è per tutti".